Migliori prestiti ipotecari per anziani, tutte le informazioni utili e consigli

Indice dei contenuti

Se avete superato i 60 anni di età e avete bisogno di liquidità, se possedete un immobile potete scegliere un prestito ipotecario con delle caratteristiche riservate alla vostra particolare situazione. In questa guida parleremo dei migliori prestiti ipotecari per anziani e di come fare per ottenerli.

Cosa sono i prestiti ipotecari per anziani

La prospettiva di vita, nell’ultimo secolo, si è allungata molto, tanto che anche l’età pensionistica ha subito un allungamento proprio in funzione delle capacità fisiche e mentali degli uomini, che riescono a svolgere correttamente le proprie mansioni.

Un tempo, i 60 anni erano quasi considerati un’età limite anche nel campo dei prestiti e dei finanziamenti, in quanto le garanzie che il denaro ritornasse alle casse dei creditori si abbassavano di molto, visto il rischio morte.

Oggi i creditori concedono con molta più facilità finanziamenti agli over 60, sia perché, come abbiamo detto, si è allungata l’età pensionabile, e sia perché una persona, a 60 anni, può essere in perfetta salute fisica e mentale.

Tuttavia, un margine di rischio è sempre presente, ed è sicuramente più elevato rispetto a un soggetto che richiede un finanziamento e che ha vent’anni in meno.

Il problema principale relativo ai prestiti ipotecari, riguarda il rischio di morte quando ancora è in corso il finanziamento. Come si tutela il creditore? A quali problemi andrebbero incontro gli eredi del contraente il prestito?

La Legge n. 44/2015 ha introdotto un’importante riforma del prestito ipotecario sulla casa destinato a chi ha più di 60 anni di età. Questo, si propone come una valida alternativa alla “nuda proprietà”, che durante gli anni precedenti aveva sollevato polemiche e ricorsi.
La legge stabilisce che i prestiti ipotecari possano essere erogati da banche o intermediari finanziari e debbano essere calcolati sul valore reale dell’immobile ipotecato. A questo, in base dell’età del richiedente, la somma erogata potrà essere calcolata in base a tabelle coefficienti stabilite.

Non esistono più, quindi, nel caso dei prestiti ipotecari per anziani, le transazioni tra persone fisiche e i rapporti tra società immobiliari e anziani.

I vantaggi

Il vantaggio principale dei prestiti ipotecari per anziani è che potete estinguerlo in qualsiasi momento, sia voi che i vostri eredi. Questi ultimi, potranno rientrare in possesso dell’immobile estinguendo il prestito al prezzo pattuito all’origine del contratto.

L’estinzione, inoltre, può essere fatta senza fretta, in un’unica soluzione ed entro 365 giorni dalla vendita sul mercato dell’immobile o dalla concessione di un eventuale usufrutto sullo stesso immobile.

I doveri del proprietario

Rispetto alla vendita in nuda proprietà, anche in questo casi vi sono delle differenze per quanto riguarda i doveri dell’anziano proprietario. In quanto rimane tale, infatti, le tassazioni sulla casa sono totalmente a suo carico, così come anche le eventuali spese di ristrutturazione straordinaria.

I vantaggi per gli eredi

I prestiti ipotecari per anziani non favoriscono solo voi richiedenti ma anche i vostri eredi. Pattuendo un prezzo di mercato della casa, infatti, i vostri eredi, al momento della vendita, potranno incassare l’eventuale differenza in più ma non hanno l’obbligo di pagare nulla alla banca qualora l’immobile dovesse essere venduto a un prezzo inferiore rispetto al prestito erogato.

I limiti

Nonostante le agevolazioni, questi tipi di prestiti hanno dei limiti, il primo dei quali è quello relativo alla possibilità di richiederli solo ed esclusivamente se si possiedono immobili a destinazione residenziale. Inoltre, su di essi può essere iscritta solo un’ipoteca di primo grado, per cui se è già ipotecato, l’immobile non può fare da garanzia reale al finanziamento. Ricordiamo che l’ipoteca può essere estinta in qualsiasi momento sia da voi che dai vostri eredi, in modo da mantenere la proprietà dell’immobile.

Come richiederli

Per richiedere i prestiti ipotecari per anziani dovrete rivolgervi alla vostra o ad altra banca, oppure a una finanziaria. Insieme ai vostri documenti di reddito o di pensione, dovrete presentare quelli relativi all’immobile di vostra proprietà.

I creditori, una volta accertato il valore reale dell’immobile, vi sottoporranno un preventivo di prestito, comprensivo di spese istruttorie, oneri e interessi.

Conclusioni

Visto che ogni istituto applica i suoi tassi di interesse, vi consigliamo di valutare più preventivi in modo da scegliere quello più conveniente per voi.

Un aiuto possono darvelo i calcolatori di prestito online, grazie ai quali otterrete le proposte di più finanziatori, semplicemente inserendo alcuni vostri dati personali, la somma di cui avete bisogno e la durata massima del finanziamento.

In questo modo, sarete in grado di capire subito chi vi può fare la proposta più vantaggiosa e guadagnerete del tempo oltre alla fatica di dovervi recare fisicamente presso le sedi delle banche o delle finanziarie.

Inoltre, le finanziarie che operano esclusivamente online, oltre a darvi la possibilità di risparmiare sulle spese di accensione e altri oneri, vi permettono di richiedere il finanziamento utilizzando la loro piattaforma sul web.

Una volta inviata la richiesta di preventivo, sarete ricontattati da un consulente e, se decidete di scegliere la loro proposta, sarete guidati passo dopo passo per completare tutte le operazioni necessarie per ottenere l’erogazione del prestito.